ERODOTO A SCUOLA. Appunti di storia e geografia.

LA NOSTRA COPERTINA - ottobre 2018
IC "Goldoni" - Martellago (VE)
ACCOGLIENZA
 
 
 
Ci fa ancora piacere credere che la scuola possa essere un luogo d’incontro e di scambio dove i ragazzi possano costruire se stessi ed il loro futuro.
Come? Sforzandoci di aiutarli a formare delle "teste ben fatte” come sostiene E. Morin nel suo testo, dove scrive: "La prima finalità dell’insegnamento è stata formulata da Montaigne: è meglio una testa ben fatta che una testa piena".
E ancora “La finalità della nostra scuola è di insegnare a ripensare il pensiero, a de-sapere ciò che si sa e a dubitare del proprio stesso dubbio, il che è l’unico modo di cominciare a credere in qualcosa".

(J. De Mairena)

Scuola Secondaria di Martellago (VE)



ALTRE NEWS

  • Clio '92 - Pubblicazioni

     
    L'Associazione Clio '92 ha pubblicato gli atti della XXIII Scuola Estiva di Arcevia (SEA)
     
    Una nuova storia generale da insegnare
    Come insegnare la storia per comprendere la realtà di oggi
    a cura di L. Coltri, D. Dalola e M. T. Rabitti
     
    Il volume è rivolto ai docenti di ogni ordine e grado. In vendita in formato e-book e cartaceo presso l'editore Mnamon, in tutte le librerie e su Amazon.
     


ARCHIVIO NEWS

  • Conferenza di Servizio

    Anno Scolastico 2015 - '16

    Conferenza di Servizio della Rete di GeoStorie

    venerdì 1 luglio 2016 ore 10,00 - 12,00

    presso l'I.C. di Noale "Elisabetta "Betty" Pierazzo"
    (Scuola capofila)

    presiede la D.S. dott.ssa Francesca Bonazza

    leggi la convocazione

  • Clio '92 - XXII Scuola estiva di Arcevia

      XXII Scuola estiva di Arcevia 2016

    Scritture della storia nell’insegnamento

    Come usare testi storiografici e testi di finzione?

    Lingue e letterature italiana e straniere, storia, geostoria, arte, musica,
    educazione alla cittadinanza e al patrimonio culturale

    IC di Arcevia, Montecarotto, Serra de’ Conti, Arcevia (AN) 

    23 - 26 agosto 2016

    Basta lo studio dei testi manualistici per insegnare e apprendere storia e, soprattutto, per formare cultura e pensiero storico?
    Presumiamo di no, perciò insistiamo con la proposta di inserire testi diversi – storiografici e opere di finzione storica – nei processi di insegnamento e apprendimento della storia.
    Ma in questo secondo anno del Progetto sulle scritture della storia le riflessioni e i ragionamenti saranno dedicati ad analizzare le differenti caratteristiche di scrittura dei testi storiografici e dei testi di finzione e nei laboratori si proporranno modelli di unità di insegnamento e di apprendimento trasferibili  in aula.
     

     

     

  • Seminario di studi 2016 - "VALUTARE PER DARE VALORE"

     
     
     
     

    Pubblicate le relazioni del Seminario

     

    RETE DELLE GEOSTORIE A SCALA LOCALE
    ASSOCIAZIONE CLIO '92

    VALUTARE PER DARE VALORE.

    Costruire e certificare le competenze: il caso della storia

     

     Giovedì 8 settembre 2016, ore 8.45 - 17.30

    Mogliano Veneto (TV) - Teatro Cinema Busan, via Don G. Bosco, 41 e Scuola "Piranesi"

    Piazza Donatori di Sangue, 1

    L’oggetto dell’ immagine è uno sgabello per la mungitura.
    “E’ stato realizzato da un giovane che, presentatosi per chiedere un impiego nella bottega di un falegname, fu invitato a dimostrare quello di cui era capace.
    Il maestro di bottega gli consegnò un ceppo invitandolo: "fam vèdèr co t' zi bon ed fèr" (fammi vedere cosa sei capace di fare).
    Lui realizzò lo sgabello sul posto, sotto gli occhi del datore di lavoro. Non sappiamo se fu assunto... ci rimane solo il "curriculum vitae"!”

    Il capolavoro era l’opera che un apprendista in un laboratorio artigiano doveva saper fare alla fine del periodo di apprendistato per acquisire lo status di maestro.
    E di capolavori la scuola ha un grande bisogno: per ridare senso al suo ruolo e soprattutto a quello dei suoi studenti e delle sue studentesse.
    Fammi vedere cosa sei capace di fare ci sembra una buona domanda: da rivolgere anche  a noi docenti.
    E dunque, la sfida è insegnare e apprendere per costruire competenze. L’abbiamo raccolta con riferimento alla storia. Il seminario è l’occasione per ragionarci insieme, a conclusione di un percorso di ricerca avviato nel 2016 dalle docenti delle scuole della Rete delle GeoStorie, ed elaborare alcune risposte: nostri (possibili) capolavori.

     

     
    Per partecipare è richiesta l'iscrizione. Per iscriversi utilizzare il modulo online o scaricare il modulo di iscrizione cartaceo.

     

  • Newsletter n° 10 La civiltà / le civiltà

     

    “I libri di storia ci insegnano che quando un gruppo di persone identificato in base alla religione, alla nazionalità o al colore della pelle diventa il bersaglio delle paure e delle tensioni della collettività, si annunciano tempi bui. Per questo il modo in cui un paese affronta l’immigrazione e in generale il rapporto con le minoranze di tutti i tipi è uno degli indici più chiari del grado di civiltà e di sviluppo della democrazia.”
    G. De Mauro, direttore di "Internazionale"
     
    Insegnare la civiltà e le civiltà  (anche) a scuola, in fondo è un’elementare questione di civiltà.
     
    Leggi tutto in In forma di paroleI e in Post-it
     
     
  • Quaderno didattico "C'ERA UNA VOLTA... LA CERAMICA"

        
     
     Comune di Montebelluna
    Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna
    Rete delle GeoStorie
    Associazione Clio’92

     

    Per qualsiasi problema scrivere a: info@retegeostorie.it