ERODOTO A SCUOLA. Appunti di storia e geografia.

LA NOSTRA COPERTINA - febbraio 2018
I.C. Martini - Peseggia (VE)
 
Scoperte
 
“La union de mas personas de diferentes etnias da vida a un nuevo pueblo”
 
 
L'occasione delle celebrazioni per il 12 ottobre (anniversario della “scoperta” dell'America) in Spagna e in molti paesi dell'America Latina (dove assume di volta in volta nomi diversi come “Dias de la cultura” “Dia del encuentro dedos mundos”…) è utile per discutere, non solo dell'arrivo degli europei e delle sue conseguenze, ma anche dei valori che vengono ricordati in questa giornata: tolleranza, dialogo tra le culture, pace.
Meglio ancora se lo si fa in lingua spagnola.
Scuola secondaria I grado “A. Martini”, cl. I



NEWS DALLA NOSTRA RETE

  • Auditorium per Rosella

    Rosella alla Scuola primaria "Olme"

    a Mogliano Veneto (TV)

     

    Sabato 27 eravamo a ricordare la nostra Rosella e l'intitolazione a suo nome dell'auditorium della scuola in cui ha lavorato moltissimi anni.
    Un'originale targa in legni policromi ci ricorderà che lei è stata lì e resterà ancora a lungo con noi.
    Ancora ciao, Rosella.
  • Progetto Competenze in storia 3

    Rete delle Geo Storie a scala locale
    Scuola capofila Istituto Comprensivo di NOALE (VE)
     
    Associazione CLIO ‘92
     
     
    Anno sc. 2017-18
     
     
    RICONOSCERE E PROMUOVERE LE COMPETENZE IN STORIA 3 (RCS 3)
     
    Progetto di ricerca-formazione con i docenti della Rete
     
     
    B. Shyam, D. Bai, R. S. Urveti, La vita notturna degli alberi
     
     
    Premessa
     
    Il progetto si pone in continuità con il corso realizzato negli anni sc. 2015-16 e 2016- 2017 e ne rappresenta un ulteriore sviluppo.
    Il corso di quest’anno riprende e approfondisce alcuni temi per la ricerca, con particolare riferimento a:
    • i piani di lavoro annuali (PLA) con sequenza di processi di insegnamento e di apprendimento mirati alla formazione di abilità e conoscenze significative;
    • le verifiche e le valutazioni formative in corso d’anno per quanto riguarda apprendimenti di abilità e conoscenze;
    • la costruzione di prove di verifica formativa per far manifestare le competenze, al termine del I quadrimestre;
    • la costruzione di prove per far manifestare le competenze, al termine del percorso. 
     
    Finalità
    • Saper formulare una lista di competenze in una prospettiva curricolare
    • Saper costruire prove per la verifica delle competenze
    • Saper progettare UIA utili per far raggiungere agli alunni traguardi di competenze
    • Saper progettare un piano di lavoro annuale come sequenza di UIA in funzione della formazione di alunni competenti.
    • Saper formulare una prova di verifica delle competenze coerente con il PLA.
     
    Destinatari
     
    Docenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
     
     
     
     
     


ALTRE NEWS

  • Bollettino di Clio N.° 8 - Migrazioni

     

     

    Associazione Clio '92

    Il Bollettino di Clio - Nuova serie - N° 8

    MIGRAZIONI
     
    “Spostarsi sul territorio -  Massimo Livi Bacci - è una ‘prerogativa’ dell’essere umano, è parte integrante del suo ‘capitale’, (...)
    Nella storia dell’umanità, dal più lontano passato al presente, le migrazioni sono state e sono una risorsa umana strategica, un elemento strutturale e permanente, sia nella loro dimensione collettiva di flussi di popoli, gruppi o comunità, che individuale di profughi, esuli, perseguitati. Oggi tuttavia, in un’Europa sempre più fortezza, i migranti in arrivo sono quasi esclusivamente considerati un problema e come problema caldo dominano le prime pagine dei giornali, suscitano spaesamento, paure e razzismo, determinano l’agenda dei governi, danno luogo ad un dibattito pubblico in gran parte poco costruttivo, prigioniero di slogan di parte e privo di approfondimenti

    Continua a leggere

     



ARCHIVIO NEWS

  • Auditorium "Rosella De Bei"

    Istituto Comprensivo Statale N.1 “Nelson Mandela”
    31021 Mogliano Veneto (TV)
    Rete delle Geo Storie a scala locale
    Associazione Clio '92
     

    Cerimonia di intitolazione dell’Auditorium della Scuola primaria “Olme”.
     
    In occasione della chiusura della mostra itinerante - dedicata alla storia di Marta Minerbi Ottolenghi - che sarà ospitata presso l’Auditorium della Scuola primaria “Olme”, dal 22 al 27 gennaio 2018 si terrà la cerimonia di intitolazione, dell’Auditorium medesimo, alla memoria della maestra Rosella De Bei che per molti anni ha insegnato con passione esemplare in questa scuola. L’occasione della mostra offre all’evento un contesto particolarmente significativo, in quanto la maestra Rosella, che aveva curato la realizzazione del materiale esposto.
     
    L’intitolazione alla maestra Rosella de Bei dell’Auditorium della scuola Olme di Mogliano rappresenta un'altra importante occasione per ricordare il lungo tratto di strada fatta insieme,  la sua contagiosa passione, la sua competenza e il suo costante impegno per la scuola, per la didattica, per la nostra Rete.
     
    Auditorium Scuola primaria "Olme", via Olme, Mogliano Veneto (TV)
    Sabato 27 gennaio, ore 11,30

     

  • La colpa di essere nati

     
    La colpa di essere nati. Marta Minerbi  e Alessandro Ottolenghi  
     
    nell’Italia della persecuzione antiebraica. Documenti, memorie, storie.
     
    Attraverso documenti,  fonti   archivistiche  e  narrative,  testimonianze,  la  mostra  vuole   raccontare la vicenda di Marta Minerbi (1895- 1974) insegnante, direttrice didattica a Mogliano Veneto, scrittrice e  di  suo marito Alessandro  Ottolenghi (1886- 1944),  docente  di  chimica  presso l’Istituto  Tecnico “J. Riccati”  di Treviso. Entrambi ebrei, furono vittime dalla persecuzione  antisemita  del regime fascista che colpì i loro diritti e le loro vite assieme a quella di migliaia di cittadini ebrei italiani.
    I pannelli della mostra sono disponibile per le scuole interessate.
     
  • Inaugurazione Mostra

     

    SEGNI DI TERRA - La cartografia nella Grande Guerra

    28 ottobre 2017 - 28 luglio 2018

     

    Presentazione della Mostra 28 ottobre ore 9,30 - 12
    Auditorium Don E. Vidotto, Viale Caccianiga, 2 - Maserada sul Piave (TV)
     
    Saluti delle autorità
    “Segni di terra – Ritrovarsi al museo per riscoprire il territorio, tra percorsi cartografici ed emozionali”
    Giuliano Bottani, direttore del Museo di Maserada
    Carla Salvadori, insegnante di storia
    Luciano Trinca, presidente di Museum Project
    La geografia serve a fare la guerra?
    Massimo Rossi, geografo storico, Fondazione Benetton Studi Ricerche
    Una banca dati online per la condivisione di risorse
    Esperienza di collaborazione raccontata dagli studenti dell’ITIS Planck di Villorba
     
    Inaugurazione ore 12,30
     
    Palazzo Don Romero, Museo della Grande Guerra
    Viale Caccianiga, 72 - Maserada
     
     
     
  • Mostra didattica

    LA TERZA ARMATA A MOGLIANO VENETO

    La Grande Guerra in una retrovia

    28 ottobre - 10 novembre 2017

    Biblioteca Comunale di Maserada sul Piave (TV)

    Viale Caccianiga, 100/A

    Mostra realizzata dalle classi 3^B e 3^C a.s. 2015/16
    Scuola Secondaria I° “Margherita Hack” , Mogliano Veneto (TV)
    Coordinatrice del progetto di storia locale Prof.ssa Elena Barbazza
    Collaborazione Prof. Sandro Gravili, Consulenza Gruppo di ricerca storica “Don Polo”

    Leggi la locandina

  • Traccia / Tracce NL n° 14

    Traccia / Tracce

    Nicolò, 3 anni
     
     
    Andar per tracce.
    Un po’ come andar per funghi, sostiene lo storico Matteo Melchiorre. Ci  vogliono naso, passione, conoscenze  e  un gruzzolo di competenze che si affinano nel tempo e con l’esperienza.
    Così anche per le tracce del passato più lontano.  Ce lo ricorda l’archeologa Patrizia Manessi.  E Roberto Pittarello, artista  e docente, ci dice dell’importanza di costruire, a partire da una traccia e  un segno, disegni e significati molteplici. Ciascuno mettendo se stesso in gioco.
    Si può insegnare a lavorare con le tracce a scuola ?
    E’ ciò che crediamo e  cerchiamo di raccontare in questo numero.
    Con un’avvertenza: le tracce non riguardano solo il passato, ma soprattutto il futuro.
    Leggere e lasciare tracce per il futuro potrebbe essere il compito, o almeno uno dei compiti, dell’insegnare e dell’apprendere.