ERODOTO A SCUOLA. Appunti di storia e geografia.

LA NOSTRA COPERTINA - aprile 2017
I.C. "C. Colombo" Chirignago (VE)

Il gioco nel tempo, il tempo in gioco

Ogni anno scolastico noi, bambini e bambine del plesso "Colombo" dell'I.C. di Chirignago, realizziamo un grande murales che tratta di un tema da sviluppare nelle varie attività  didattiche e che dà il benvenuto a chiunque entri nella scuola.
Il murales di quest'anno rappresenta  un "Gioco dell'oca" grandissimo, colorato e divertente.
Ciascuno di noi  ha disegnato una casella, che raffigura il  proprio gioco preferito, i giochi di una volta, quelli dei nonni, unita a tutte le altre fino a costruire un percorso, una strada lunghissima a forma di spirale.
Il gioco parte dopo un lancio casuale (più o meno fortunato) di due dadi, che ci porta a superare ostacoli, a scoprire nuove e impreviste direzioni, a cadere nelle trappole, a raggiungere traguardi e ritornare sempre all' inizio, al numero 1, alle origini, per poi ripartire più pronti e "attrezzati" del viaggio precedente.
Abbiamo riflettuto e pensato che questo gioco molto antico è come il tempo che passa e  non si può fermare: sposta le pedine avanti e indietro, costruisce tante storie di persone, animali e cose in diversi luoghi e ritorna come una giostra che fa salire e girare il passato, il presente e il futuro.
Un bambino ha detto che è un gioco misterioso come la Sfinge.
Scuola primaria "C. Colombo" - Chirignago (VE)



NEWS DALLA NOSTRA RETE

  • Progetto Competenze in storia 2

     

    Comunicato n°4: Il quinto incontro è previsto il 4 maggio ore 17
    c/o 1 I.C.Mogliano Veneto
     
    Leggi i materiali sull'educazione temporale della Prof.ssa Patrizia Sandri

    Leggi i materiali della seconda lezione

    Rete delle Geo Storie a scala locale
    Scuola capofila
    Istituto Comprensivo di Noale (VE)
    Associazione Clio ‘92
     

    RICONOSCERE E PROMUOVERE LE COMPETENZE IN STORIA 2

    Progetto di ricerca-formazione con i docenti della Rete

     

    Museo Guatelli a Ozzano Taro di Collecchio (PR)
     
    Finalità
    • Saper formulare una lista di competenze  in una prospettiva curricolare
    • Saper costruire prove per la verifica delle competenze
    • Saper progettare UIA utili per far raggiungere agli alunni traguardi di competenze
    • Saper progettare un piano di lavoro annuale come sequenza di UIA in funzione della formazione di alunni competenti.
     
    Destinatari
     
    Docenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
     
    Iscrizione entro il 12 novembre
     
     

     

  • Quaderno didattico "C'ERA UNA VOLTA... LA CERAMICA"

        
     
     Comune di Montebelluna
    Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna
    Rete delle GeoStorie
    Associazione Clio’92

     

    Per qualsiasi problema scrivere a: info@retegeostorie.it



ALTRE NEWS

  • Clio '92 - Le lezioni della Scuola Estiva di Arcevia 2016

        
     
     
    Scritture della storia nell’insegnamento.
    Come usare testi storiografici e testi di finzione?
     
    Le lezioni della Scuola Estiva di Arcevia in videoregistrazioni
     
    L’uso di opere di fiction apre nuove ed affascinanti prospettive didattiche, atte a motivare gli allievi allo studio della storia. Fumetti, romanzi storici, canzoni, videogiochi, film, documentari che trattano argomenti storici, sono ormai da anni così diffusi e frequentati dai giovani, e non solo, che non è più possibile nella scuola ignorarne la presenza e l’uso.
     
     
    Per richiedere il cofanetto info@clio92.it

     



ARCHIVIO NEWS

  • Seminario e XX Assemblea Clio '92

      

    XX Assemblea Nazionale e Convegno di Clio ’92
    Rimini 25 - 26 marzo 2017

    Hotel Imperial Beach - Viale Paolo Toscanelli, 19, 47921 Rimini RN - 0541 26752
     
    Convegno nazionale
     
    Quale storia insegnare nel mondo globalizzato?
     
    La formazione storica degli studenti è del tutto insoddisfacente in Italia e in tutto il mondo occidentale. Essa non promuove né cultura storica, né pensiero storico, né capacità di mettere in relazione i fenomeni studiati con caratteristiche del presente, né spirito critico.
    Le riflessioni e la ricerca dell’Associazione Clio’92 mirano a dare risposta a domande cruciali per il futuro della formazione storica:
    • Che storia insegnare?
    • Che tipo di storia è quella manualistica?
    • È un tipo di storia generale?
    Quale storia generale prendere a modello nell’insegnamento della storia nel mondo globalizzato? Occorre, dunque, chiedersi che tipo di storia sia quella che è esposta nei manuali e se c’è la possibilità di sostituirlo con un tipo di storia alternativo: più sensato, più gradevole, più efficace nel dare gli strumenti culturali per interpretare il mondo come mondo storico e per formare cittadini del mondo capaci di usare le conoscenze storiche per comprendere e criticare e agire nei processi storici in corso.
     
    Sabato 25 marzo 2017 – ore 14.30 – 20.00
     
    Domenica 26 marzo 2017 ore 9.00-13.00
     
     
     
    Assemblea ed elezione degli organi direttivi dell'Associazione Clio '92
     
    Nel corso dell’Assemblea nazionale dell’associazione Clio '92 saranno eletti gli organi di direzione (Direttivo e Presidente) che rimarranno in carica per due anni.
     
     
     
  • Ciao, Rosella

    Ciao, Rosella

               

     
    La chiamavamo Ros. Per far presto.
     
    Ma era sempre lei: con la sua disponibilità, la sua dolcezza, la sua voglia di mettersi in gioco. Fin dai tempi del laboratorio di Mogliano Veneto, quasi quarant'anni fa, e poi nella Rete con lei abbiamo condiviso una straordinaria esperienza di amicizia, stima e impegno professionale.
    Imparando dalla sua passione per la storia, per l’insegnare e l’apprendere, per il mestiere di  maestra.
    Grazie Ros.
     
     
    Le maestre non muoiono
    I bambini lo sanno
    Ogni tanto spariscono
    Però non se ne vanno (...)
    Bruno Tognolini
                

    ***

    Parole per Rosella

    Parole di Rosella

  • Fondazione Ligabue - Venezia

     

    La rivoluzione in un segno

    20 gennaio 2017 • 25 aprile 2017
    Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, Palazzo Loredan • Venezia
    Campo Santo Stefano
    200 reperti, tra sigilli, tavolette e manufatti delle civiltà mesopotamiche, ripercorreranno oltre 3000 anni di storia della scrittura. Dai primi pittogrammi, all’astrazione dei segni cuneiformi. Un’evoluzione raccontata anche attraverso tecnologie multimediali interattive, che renderanno chiara ed avvincente la nascita della comunicazione scritta e con essa della storia.
     

     

  • Memoria NL n.° 12

    1. La griglia emisferica che protegge lo spioncino sul lato interno di una porta a tenuta di gas trovata nel 1945 in ARCHIVIO Auschwitz-Birkenau.
    2. Ricostruzione della griglia in The Evidence Room
    Ecco che succede col vivere all'indietro, - disse gentilmente la Regina: - in principio uno si sente un po' di vertigine.
    - Vivere all'indietro! - ripete Alice nel massimo stupore, - non ho mai sentito una cosa simile!
    - ... ma v'è un gran vantaggio: che la memoria lavora in tutti e due i sensi.
    - Io son certa che la mia lavora in un senso solo, - osservò Alice. - Non può ricordare le cose prima che accadano.
    - Che miserabile razza di memoria quella che lavora solo all'indietro! - osservò la Regina. –
     
    Lewis Carroll, Attraverso lo specchio
     
    Abbiamo bisogno di una memoria che sappia guardare non solo all’indietro, ma ci aiuti a vivere la nostra responsabilità nel presente e a guardare avanti, verso il futuro.
    Anche nel giorno della memoria. Soprattutto nel giorno della memoria.
     
  • Archivi e didattica

    Francesca Cavazzana Romanelli

    Archivi e Didattica

    Conferenza pubblica per ricordare il lavoro di Francesca Cavazzana Romanelli presso l'Archivio storico del Patriarcato di Venezia e l'impegno  profuso per la valorizzazione degli archivi anche dal punto di vista didattico. Interventi di S. Chojnacki, I. Mattozzi, Don D. Sartorelli, A. Santagiustina, E. Perillo. Coordina C. Puppini.
     
    14 dicembre 2016 - ore 17
    Mestre, Centro Culturale Candiani