ERODOTO A SCUOLA. Appunti di storia e geografia.

LA NOSTRA COPERTINA - agosto 2016
Rete GeoStorie

Ri-comincia la scuola

 

Nathan Carter - Viaggio con linguaggio macchina

Imparavamo a mano a mano a scrivere e anche a parlare in lingua, aiutandoci coi libri stampati. "Nella casa del balilla Vittorio, di propriamente-oziosi non c'era nessuno." Vuol dire che la casa era del tutto vuota: propriamente-oziosi è un sinonimo fine di davvero. Dava piacere provarlo nella vita ordinaria.
"Sei già stato a messa?"                           
"Sì, zia."
"Davvero?"
"Propriamente-oziosi."
Le zie, un po' all'antica, non apprezzavano.
 L. Meneghello, Libera nos a malo, (1986) p. 40.
 
Ri-comincia la scuola.
Ogni inizio è al tempo stesso la continuazione di un discorso avviato e l’avvio di uno completamente nuovo. E dunque da costruire, inventare, vivere nella condivisione di un’esperienza comune: docenti, allievi/e, genitori, personale della scuola. Alla scoperta di tutte le parole del mondo, di tutto il mondo.
 
Con il nostro augurio di un buon inizio.
Propriamente-oziosi.



NEWS DALLA NOSTRA RETE



ALTRE NEWS

  • XVII Giornata Europea della Cultura Ebraica

    LINGUE E DIALETTI EBRAICI

    Un seminario per discutere delle settanta lingue dei popoli ebraici e per conoscere attraverso numerose iniziative diffuse nella città di Venezia.
     
    Venezia,  Sala Conferenze Grandi Stazioni, Cannaregio, 23
    Campo di Ghetto, Cannaregio 2902/b
    Ingresso gratuito
     
  • Museo Storico della Grande Guerra 15-18

    Mostra documentale
    Un'Italia da costruire
    1809 - 1866
     
    Palazzo Don Romero
    Maserada sul Piave (TV)
     
    8 luglio - 30 ottobre 2016
     
    Dal Lunedì  al Venerdì dalle ore 8 alle ore 12
    e nei pomeriggi di Martedì  e Venerdì dalle ore 14 alle ore 17
     
    Il percorso espositivo si svolge a ritroso nel tempo, raccontando nella sua prima parte quello che erano le peculiarità nel sistema di governo nel Regno Lombardo Veneto e successivamente nel 1866 quali variazioni portò il neo Regno d’Italia a guida del casato dei Savoia.
    In questo capitolo vengono messi a confronto in maniera didattica alcune tematiche riguardanti aspetti sociali in particolare il sistema scolastico e il servizio di “leva”.
     
  • X Seminario - Senigallia (AN)

    X Seminario Internazionale di Educazione Interculturale
     
    EDUCARE ALLA  CITTADINANZA MONDIALE
    I nuovi curricoli della scuola
     
    9 -10 Settembre 2016
    Liceo Scientifico Statale “E. Medi”  Viale IV Novembre, 21 - Senigallia (AN)
     
    Il seminario si pone l’intento di superare le categorie concettuali diffuse nel mondo contemporaneo per fornire ai docenti strumenti di spaesamento, da adottare coi loro studenti, per immaginare un futuro con nuove cittadinanze frutto di patti sociali avanzati. La cultura del dialogo e del riconoscimento incondizionato della dignità umana, così come la consapevolezza di appartenere tutti ad un’unica comunità, costituiscono i pilastri dello spirito innovatore che si alimenta di “una trasfusione di memoria.
     
    Scarica il modulo di iscrizione
  • Clio '92 - XXII Scuola estiva di Arcevia

      XXII Scuola estiva di Arcevia 2016

    Scritture della storia nell’insegnamento

    Come usare testi storiografici e testi di finzione?

    Lingue e letterature italiana e straniere, storia, geostoria, arte, musica,
    educazione alla cittadinanza e al patrimonio culturale

    IC di Arcevia, Montecarotto, Serra de’ Conti, Arcevia (AN) 

    23 - 26 agosto 2016

    Basta lo studio dei testi manualistici per insegnare e apprendere storia e, soprattutto, per formare cultura e pensiero storico?
    Presumiamo di no, perciò insistiamo con la proposta di inserire testi diversi – storiografici e opere di finzione storica – nei processi di insegnamento e apprendimento della storia.
    Ma in questo secondo anno del Progetto sulle scritture della storia le riflessioni e i ragionamenti saranno dedicati ad analizzare le differenti caratteristiche di scrittura dei testi storiografici e dei testi di finzione e nei laboratori si proporranno modelli di unità di insegnamento e di apprendimento trasferibili  in aula.
     

     

     



ARCHIVIO NEWS

  • Clio '92 e Fondazione Celommi

    Fondazione Celommi - Clio '92 - Università degli Studi di Teramo
     
    CORSI DI FORMAZIONE
    LA COSTRUZIONE DEL SAPERE STORICO NEL CURRICOLO VERTICALE
     
    Relatori Ivo Mattozzi e Catia Sampaolesi

    25-26 ottobre / 1-2 dicembre 2016, ore 15:30-18:30

    IIS “Di Poppa”, Via F. Barnabei, 2 Teramo
     
     
     
     
     
     
     
  • In ricordo di un'amica della Rete delle GeoStorie

    Per Francesca Cavazzana Romanelli

    di Ernesto Perillo

    Già archivista all’Archivio di Stato di Venezia, direttore degli Archivi di Stato di Padova e di Treviso, ha seguito per l’Amministrazione archivistica centrale progetti speciali relativi a sistemi informativi e descrizione di fonti. Docente alla Scuola di archivistica paleografia e diplomatica annessa all’Archivio di Stato di Venezia, ha tenuto per più anni corsi alle Università di Trento e di Trieste. Si è occupata con ricerche e contributi di storia degli archivi, cartografia storica, fonti ecclesiastici e archivi di persone e gentilizi, didattica degli archivi.
     
    Questo il profilo che Francesca aveva scritto recentemente  di se stessa.
    Ma non è della sua significativa e importante attività scientifica, come archivista, docente, ricercatrice,   che vorrei dire. La mia conoscenza di Francesca nasce da una collaborazione sui temi della storia insegnata  e in particolare della didattica degli archivi.
  • Conferenza di Servizio

    Anno Scolastico 2015 - '16

    Conferenza di Servizio della Rete di GeoStorie

    venerdì 1 luglio 2016 ore 10,00 - 12,00

    presso l'I.C. di Noale "Elisabetta "Betty" Pierazzo"
    (Scuola capofila)

    presiede la D.S. dott.ssa Francesca Bonazza

    leggi la convocazione

  • Seminario di studi 2016 - "VALUTARE PER DARE VALORE"

     
     
     
     

    Pubblicate le relazioni del Seminario

     

    RETE DELLE GEOSTORIE A SCALA LOCALE
    ASSOCIAZIONE CLIO '92

    VALUTARE PER DARE VALORE.

    Costruire e certificare le competenze: il caso della storia

     

     Giovedì 8 settembre 2016, ore 8.45 - 17.30

    Mogliano Veneto (TV) - Teatro Cinema Busan, via Don G. Bosco, 41 e Scuola "Piranesi"

    Piazza Donatori di Sangue, 1

    L’oggetto dell’ immagine è uno sgabello per la mungitura.
    “E’ stato realizzato da un giovane che, presentatosi per chiedere un impiego nella bottega di un falegname, fu invitato a dimostrare quello di cui era capace.
    Il maestro di bottega gli consegnò un ceppo invitandolo: "fam vèdèr co t' zi bon ed fèr" (fammi vedere cosa sei capace di fare).
    Lui realizzò lo sgabello sul posto, sotto gli occhi del datore di lavoro. Non sappiamo se fu assunto... ci rimane solo il "curriculum vitae"!”

    Il capolavoro era l’opera che un apprendista in un laboratorio artigiano doveva saper fare alla fine del periodo di apprendistato per acquisire lo status di maestro.
    E di capolavori la scuola ha un grande bisogno: per ridare senso al suo ruolo e soprattutto a quello dei suoi studenti e delle sue studentesse.
    Fammi vedere cosa sei capace di fare ci sembra una buona domanda: da rivolgere anche  a noi docenti.
    E dunque, la sfida è insegnare e apprendere per costruire competenze. L’abbiamo raccolta con riferimento alla storia. Il seminario è l’occasione per ragionarci insieme, a conclusione di un percorso di ricerca avviato nel 2016 dalle docenti delle scuole della Rete delle GeoStorie, ed elaborare alcune risposte: nostri (possibili) capolavori.

     

     
    Per partecipare è richiesta l'iscrizione. Per iscriversi utilizzare il modulo online o scaricare il modulo di iscrizione cartaceo.

     

  • Newsletter n° 10 La civiltà / le civiltà

     

    “I libri di storia ci insegnano che quando un gruppo di persone identificato in base alla religione, alla nazionalità o al colore della pelle diventa il bersaglio delle paure e delle tensioni della collettività, si annunciano tempi bui. Per questo il modo in cui un paese affronta l’immigrazione e in generale il rapporto con le minoranze di tutti i tipi è uno degli indici più chiari del grado di civiltà e di sviluppo della democrazia.”
    G. De Mauro, direttore di "Internazionale"
     
    Insegnare la civiltà e le civiltà  (anche) a scuola, in fondo è un’elementare questione di civiltà.
     
    Leggi tutto in In forma di paroleI e in Post-it